PROSSIMI CORSI ECM

05 ottobre 2018
Aula Accademia delle Scienze Mediche Policlinico “P. Giaccone” Palermo
SCREENING E SORVEGLIANZA DI PAPILLOMAVIRUS UMANO (HPV) E DELLE PATOLOGIE HPV-CORRELATE

06 ottobre 2018
Villa Magnisi - 6 crediti ECM
La complessa gestione della sclerosi laterale amiotrofica

06 ottobre 2018
Villa Magnisi - 7 crediti ECM
Corso teorico pratico di terapia del dolore con tecniche di agopuntura e auricoloterapia

13 ottobre 2018
Villa Magnisi - 7 crediti ECM
RADIOLOGIA ED ARTE

13 ottobre 2018
Presso l’Università degli studi di Catania, Torre Biologica
La Tecnologia al Servizio della Salute. Informazione e Uso consapevole

13 ottobre 2018
6 crediti ECM - Buccheri La Ferla
Diagnostica per immagini - Odontoiatrica nell'età evolutiva, in particolare CONE BEAM, nuove linee guida

26 ottobre 2018
20 crediti ECM - 26-27-28 ottobre 2018 - Villa Magnisi
AGGIORNAMENTO IN MEDICINA IPERBARICA: FISIOPATOLOGIA ED INDICAZIONI CLINICHE


Tutti i corsi ECM

BIBLIOTECA MEDICA VIRTUALE

News

21 settembre 2018
SALUTE: XXV GIORNATA MONDIALE DELL'ALZHEIMER, MEDICI "INVESTIRE SULLA RICERCA"

20 settembre 2018
Datacrazia. Il professionista Cyborg e la sfida della rivoluzione digitale. Come competere con il Dottor Google
Interviste evento Datacrazia

20 settembre 2018
Da diversi anni l'Ordine dei Medici di Palermo ha patrocinato e sostenuto l'importante iniziativa.
Elpis Nave Ospedale Onlus - missione in Angola

19 settembre 2018
21 settembre 2018 - Karol RSA, Via Gibilmanna 50 - Villabate
XXV Giornata Mondiale dell'Alzheimer, ESPERTI A CONFRONTO A VILLABATE

19 settembre 2018
Anelli (Fnomceo): “Facciamo nostro questo appello, pronti a condividere e a sostenere il cambiamento che il Ministro vorrà apportare”
Ministra Grillo, abbia compassione!" - La lettera di Serafina Strano, a un anno dalla terribile violenza nella postazione di Guardia Medica a Trecastagni (CT)

18 settembre 2018
Avviso di selezione per l’affidamento dell’incarico relativo ad attività di giornalista - ufficio stampa presso l’OMCeO Palermo, Linea 4 Piano Nazionale di Prevenzione “Promuovere salute: Ricerca/Intervento ” e revoca avviso precedente


Leggi tutti gli articoli pubblicati


Screening ASP Palermo
TOTI AMATO SU RIFORMA ORDINI "MOBILITIAMOCI O SARA' UNO SCEMPIO
lunedì 02 ottobre 2017

"Serve un'immediata mobilitazione prima che lo scempio diventi realtà. La politica sta perdendo il 'faro' delle sue competenze. A pochi mesi dalle elezioni politiche nazionali, entra a gamba tesa anche sui principi di scienza e coscienza dei medici, sulla cui applicazione è l'istituzione ordinistica a vigilare. L'indecoroso disegno di legge Lorenzin, che dovrebbe riformare gli Ordini territoriali, sembra essere già stato calendarizzato per essere discusso alla Camera tra pochi giorni. Obiettivo: gestire gli Ordini, indebolendo, delegittimando e umiliando l'autogoverno di unacategoria professionale da cui dipende la salute delle persone e la serenità dei medici di tutto il Paese

A lanciare l'allarme il presidente dell'Ordine dei medici dellaprovincia di Palermo, Toti Amato, in linea con molti altri presidenti Omceo d'Italia, sull'urgenza di un consiglio straordinario sul tema, disertando anche tutti i tavoli istituzionali aperti tra rappresentanti della Federazione e Governo.

"Con un colpo di mano - prosegue Amato " - e nonostante la bocciatura della Federazione nazionale dei medici (Fnomceo), per interessi politici, il governo tira dritto sul testo che disciplina le professioni sanitarie approvato in Senato, cercando di imporre al Paese il pasticcio di un Ordine omnibus che metta nello stesso pentolone tutte le professioni sanitarie, vecchie e nuove, anche quelle più fantasiose che, non avendo competenze primarie, non hanno mai avuto neppure la necessità di essere rappresentate da un Ordine professionale. Uno stravolgimento che non riconosce le differenze delle professioni sanitarie e sconfessa il grande valore etico nella società di un'intera storia medica".

"La riforma Lorenzin è l'ultimo 'mostro' pensato dalla politica-conclude il presidente dell'Omceo - Se approvato, non solo non potrà essere all'altezza delle sfide attese da oltre settant'anni dalla sanità e da tutte le professionalità, ma farà scempio dell'asset ordinistico, e a cascata, del decoro della professione medica e della qualità della sua prima missione: la salute delle persone".