A Villa Magnisi un corso organizzato dall’A.I.D.M. sul dolore
mercoledì 28 maggio 2014




“Il dolore e suoi molteplici aspetti:  dolore cronico e qualità della vita”.Questo l’interessante  tema trattato lo scorso martedì  27 maggio 2014 a Villa Magnisi, dagli oltre 150 medici e operatori della sanità, partecipanti al convegno scientifico  organizzato dall’A.I.D.M. (Associazione Italiana Donne Medico) e dedicato al  tema del dolore. L’iniziativa, voluta dal presidente dell’A.I.D.M. di Palermo,  Antonietta Matina unitamente al  direttivo composto dai medici: Marina Gaglio,Carola Vicari, Cinzia Cayozzo, Gabriella Vitrano e Lidia Nicastro, ha visto la partecipazione di qualificati relatori che hanno disquisito in  termini fisiopatologici del  dolore  e delle varie criticità relative a questo sgradevole sintomo. Nel corso dei lavori,è stato affrontato l’aspetto relativo alla qualità della vita in presenza del dolore. Evidenziando nel particolare, l’esperienza del dolore cronico multifattoriale ,comprendendo non solo gli aspetti sensoriali, ma anche quelli emozionali e cognitivi. Al corso, oltre ai medici, hanno partecipato : Farmacisti,Fisioterapisti, Infermieri e Odontoiatri. Gli esperti hanno relazionato sui trattamenti farmacologici più moderni contro il dolore, e sui presidi esistenti atti a migliorare la qualità della vita dei pazienti con dolore cronico. Alla manifestazione era presente anche il presidente dell’OMCeO-Pa, Toti Amato.”L’Ordine dei Medici- ha affermato il presidente Amato- è sempre vicino a chi organizza e sostiene progetti di alta formazione come quello organizzato dall’associazione Donne Medico, per il tramite del presidente Antonietta Matina e del suo direttivo. L’argomento trattato nel corso dei lavori di giovedi scorso è di notevole rilevanza nell’attività medica quotidiana”. Infine la dr.ssa Matina, al termine dei lavori , nel suo intervento conclusivo oltre a mostrare  particolare soddisfazione per l’ottima riuscita dell’iniziativa, ha voluto ringraziare pubblicamente il presidente Amato e l’Ordine dei Medici per aver fattivamente collaborato alla manifestazione. 

L’Ufficio per la Comunicazione OMCeO-Pa
Filippo Siragusa