Vaccino antinfluenzale. Ritardi nell'approvvigionamento
mercoledì 17 ottobre 2012

''Il merito a notizie di stampa circa la carenza di vaccino antinfluenzale il Ministero della Salute informa, che per sopperire al fabbisogno nazionale, le ditte produttrici stanno importando vaccino influenzale dall’estero''. È quanto riportato in un nota del ministero della Salute, nel quale si spiega anche che si corre il rischio di non reperire nei tempi richiesti il vaccino antinfluenzale a causa del rallentamento della capacità produttiva di alcune società di settore che hanno già provveduto a comunicare all'Aifa tali difficoltà correlate alla disponibilità di prodotti.

''Si tratta di un problema organizzativo che non riguarda le caratteristiche di sicurezza del vaccino prodotto'', ha tenuto a precisare il ministero per evitare gli eventuali effetti sensazionalistici dovuti ad una cattiva lettura dello stato di fatto. La richiesta del prodotto da parte del ministero è stata formualta nei tempi previsti; come ogni anno si procede ad effettuare l'ordine a seguito della comunicazione da parte dell'Organizzazione Mondiale della Sanità sui ceppi virali influenzali che dovranno far parte della composizione del vaccino, in modo da garantire il primo approvvigionamento per i soggetti a rischio entro il tardo autunno.


''Quest'anno il ciclo generativo del vaccino, che generalmente si conclude entro la fine dell'estate, è iniziato nei consueti tempi - ha prcisato il minisero -  ma ha poi subito un'interruzione dovuta, appunto, alla mancata disponibilità di prodotti necessari alla produzione''.