BIBLIOTECA MEDICA VIRTUALE
Creati i primi geni "telecomandati"
Ricerca
venerdì 04 maggio 2012

ROMA. Prodotti i primi geni "telecomandati": possono essere accesi o spenti a distanza direttamente all'interno di un organismo vivente, senza utilizzare farmaci né interventi invasivi. La tecnica, descritta su Science, è stata sviluppata da un gruppo di ricercatori dell'Università Rockefeller di New York permette di attivare nanoparticelle metalliche grazie a un impulso radio e rilasciare 'messaggeri' biochimici a comando. Le applicazioni sono ancora lontane, ma potrebbero portare a importanti sviluppi in campo medico. Il 'telecomando genetico' si basa sulla capacità delle onde radio di attivare alcune nanoparticelle metalliche che si trovano naturalmente nelle cellule. Le onde radio provocano l'apertura dei canali ionici, una sorta di 'cancelli' di sicurezza cellulari, e gli ioni così rilasciati diventano messaggeri biochimici in grado di attivare alcuni geni. Il metodo potrebbe rivelarsi in futuro utile per manipolare l'espressione dei geni in organismi vivi senza ricorrere a farmaci. Ad esempio, secondo gli stessi ricercatori, la tecnica potrebbe essere utilizzata per produrre un segnale intracellulare per stimolare la produzione controllata a distanza di insulina. (ANSA)