Proposta di collaborazione nell’ambito dello studio internazionale SAFEUROOH ai tirocinanti dei corsi di formazione specifica in medicina generale
In allegato il PDF
lunedì 02 febbraio 2015

EurOOH Net - Rete di Ricerca Europea sui Servizi di Continuità Assistenziale - promuove uno studio internazionale sulla "Patient Safety Culture" ovvero su come dirigenti e operatori, nelle loro interazioni, atteggiamenti, attività proteggono il paziente dagli eventi avversi che si possono verificare durante le cure. Lo studio - che è diretto dal team del Prof.Gunnar Bondevik dell'Università di Bergen (Norvegia) - vedrà la partecipazione di molti Paesi europei e consisterà nella compilazione di un questionario tradotto in lingua italiana da traduttori specializzati che riguarda 6 dimensioni: clima tra colleghi, atteggiamento verso la sicurezza clinica, soddisfazione lavorativa, percezione della dirigenza, condizioni di lavoro, riconoscimento dello stress.

Lo studio è stato preceduto da una fase pilota condotta in Norvegia già oggetto di pubblicazione:  http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25263763

In Italia è necessario che partecipino almeno 700 Medici di Continuità Assistenziale.

I risultati dello studio saranno pubblicati su una rivista internazionale di grande prestigio ma saranno disponibili anche per singoli Paesi, Aziende ULSS o semplici sedi in cui parteciperanno almeno 4 operatori. Per l'Italia è una grande occasione per far emergere in modo scientificamente valido le eventuali problematiche legate a questi aspetti del Servizio.

Per l’Italia, referente dello studio SAFEUROOH è il dott. Alberto Vaona, medico di Continuità Assistenziale presso l’Azienda ULSS 20 Verona.